HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Acacia saligna Labill 

Famiglia Leguminose (mimosaceae)

  

Nome comune

Mimosa

 

Nome Sardo

Mimosa (Villacidro)

 

Notizie generali

Specie esotica.
Il genere Acacia comprende circa 1.200 specie.
L’Acacia saligna è’ una pianta sempreverde di origine australiana,  importata in Italia nel 1700.
Si è ben acclimatata in Sardegna e la troviamo su tutto il territorio regionale, prevalentemente nelle  zone costiere e più calde.
E’ una pianta che si riproduce da seme e viene spesso utilizzata per scopi ornamentali.
Durante la fioritura è caratteristica perché i rami pendono verso il basso formando una cascata di fiori color giallo intenso.

 

 

Acacia saligna - portamento

Portamento

E’ un piccolo albero sempreverde che può raggiungere i 5-6 metri d’altezza. La chioma, di colore verde scuro,  ha una forma rotondeggiante e può raggiungere i  3-5  m di larghezza.

 

 

Acacia saligna - corteccia

Corteccia

Da giovane è liscia, di colore grigio chiaro. Mentre da adulta si colora di marrone e si presenta squamosa.

 

 

Acacia saligna - foglie

Foglie

Lanceolate, margine intero, appuntite, coriacee, lunghe 10-18 cm e larghe 1-2,  colore verde chiaro da giovane e verde scuro da adulte.

 

 

Acacia saligna - fiori

 

Acacia saligna - fiori

Fiori

Fioritura: marzo-aprile. I fiori, palline più grandi delle altre mimosaceae, di colore giallo e raccolti in grappoli,  sono composti da un insieme di capolini globosi da cui si dipartono numerosi stami.
Fioritura: aprile-maggio

 

 

Aacacia saligna - frutti

Frutti

E’ una leguminosa quindi forma un baccello all’interno del quale si sviluppano dei piccoli semi duri e lucidi.

© G. P. Madau 2005