HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Castanea sativa Miller 

Famiglia Fagaceae 

Nome comune

Castagno

 

Nome Sardo

Castangia (Villacidro), Castagna (Gallura), Castanza (Logudoro), Kastanza (Barbagie - Campidano), Astanza (Orgosolo), Astangia (Oliena).

 

Notizie generali

Specie esotica.
Il Castagno è una specie caducifoglia  originario dell'Europa meridionale, Nord Africa e Asia occidentale.
Vegeta spontaneamente anche nelle coste atlantiche del Marocco, del mar Caspio e nel sud dell'Inghilterra.
In Sardegna il Castagno è stato impiantato da tempi antichi ed  è presente diffusamente nei territori di Aritzo, Belvì, Tonara e Desulo, ma è coltivato anche alle quote fra i 300 e i  1000 metri. Storicamente il castagno ha avuto un’importanza elevatissima come fonte primaria di cibo per esseri umani, bestiame e animali selvatici, ma è coltivato anche per l’ottimo legname, impiegato in falegnameria e  nell’artigianato locale.
Nei Comuni di Aritzo, Belvì, Tonara e Desulo,  vi sono esemplari maestosi di Castagno che costituiscono dei veri e propri monumenti vegetali, naturali e paesaggistici.

 

 

Castagno - portamento

Portamento

E’ un albero longevo di elevato e maestoso portamento, alto in media dai 10 ai 20 metri, capace  di raggiungere dimensioni più elevate, 30-35 m e 6-8 m di circonferenza. Ha una chioma ampia, verde chiaro e rotondeggiante, fusto tozzo e dritto e ampiamente ramificato. E’ una pianta molto longeva e può raggiungere circa 500 anni di età.

 

 

Castagno - corteccia

Corteccia

Liscia da giovane e di colore bruno-rossastra con lenticelle da giovane. Da adulta diventa più scura e si fessura longitudinalmente.

 

 

Castagno - foglie

Foglie

Le foglie sono caduche, lunghe 10-25 cm,  alterne, di forma ellittico-lanceolata, picciolo lungo 1-2,5 cm, margine dentato ed apice appuntito; pagina superiore verde scuro lucida, e più chiara l’inferiore. Consistenza piuttosto tenace, quasi coriacea.

 

 

Castagno - fiori

Fiori

Specie monoica (pianta con fiori maschili e femminili) a fiori unisessuali: quelli maschili sono in amenti eretti e lunghi da 10 a 20 cm; quelli femminili, meno numerosi e solitari o riuniti a 2-3, si sviluppano alla base dei fiori femminili, in un involucro verde, squamoso, destinato a costituire la cupola o riccio.
Fioritura: maggio-giugno.

 

 

Castagno - frutti

 

Castagno - frutti

Frutti

All’interno del riccio, prima di colore verde, quindi giallo-marrone a maturità,  si sviluppano 1-3 acheni, chiamati castagne, di colore marrone lucido esternamente e peloso all’interno.  A maturità, il riccio si apre e libera 1-3 castagne.

© G. P. Madau 2005