HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Eucalyptus camaldulensis Dehnh

Famiglia Myrtaceae 

Nome comune

Eucalipto rostrato

 

Nome Sardo

Ocallittu (Villacidro), Ucarittu (Sassarese).

 

Notizie generali

Specie esotica.
E’ una pianta sempreverde originaria dell’Australia e fu importata in Italia nel 1803.
Il genere Eucaliptus comprende circa 500 specie ma in Sardegna ne sono conosciute soprattutto due:

L’Eucaliptus camaldulensis è il più diffuso perché resistente alla siccità e a terreni argillosi e salsi.
Un tempo veniva piantato nelle zone paludose per combattere la malaria, malattia molto diffusa in Sardegna, infatti si credeva fosse capace di purificare l’aria con le sue emanazioni balsamiche.
Col tempo questa credenza è stata smentita, ma ha comunque favorito la coltura di queste piante in tutto il territorio regionale.
In Sardegna questa pianta è ampiamente utilizzata per arboricoltura da legno, per viali frangivento, per paleria e sporadicamente nei rimboschimenti, ma sempre come viale frangivento.

 

 

Eucaliptus rostrato - portamento

 

Eucaliptus rostrato - portamento

Portamento

In genere snello, con fusto dritto,  chioma poco estesa di colore verde-grigio,  alto fino a 25 metri.

 

 

Eucaliptus rostrato - corteccia

Corteccia

Liscia, grigio verdognola che si stacca dal fusto in nastri irregolari di colore più scuro.

 

 

Eucaliptus rostrato - foglie

Foglie

Lineari, lunghe 8-18 cm,  ovato-lanceolate, spesso lanciformi,  coriacee, pendule,  peduncolo di media lunghezza (2-3 cm),  di colore verde-grigio. Le foglie contengono l’eucaliptolo, un olio essenziale, utilizzato in campo farmaceutico.

 

 

Eucaliptus rostrato - fiori

Fiore

Ombrelle di 5-15 fiorellini bianco giallognoli, composti da molti stami, lunghi circa 1 cm e senza petali.
Fioritura: giugno-settembre

 

 

Eucaliptus rostrato - frutti

Frutti

Frutto capsulee, emisferiche legnose, diametro circa 5 mm.

© G. P. Madau 2005