HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Ficus carica L. 

Famiglia Moraceae 

Nome comune

Fico comune o selvatico, Caprifico.

 

Nome Sardo

Figu burdu (Villacidro), Figu kraba (Sard. Merid.-Iglesiente), Figu krabinu (Iglesiente-Campidano), Figu krabina (Sard. Merid.), Krabioni (Sassarese), Krabu Figu (Sard. Merid.-Bolotona), Krapuicu (Logudoro-Orani), Figu (loc. div), ‘Aprui’u (loc. div.), Figu crabinu (loc. diverse).

 

Notizie generali

Specie esotica divenuta spontanea.
E’ una pianta originaria dell’Anatolia e della Siria e diffusa dall’uomo da tempi molto antichi per scopi alimentari,  in gran parte d’Europa e nei paesi che si affacciano nel mediterraneo.
In Sardegna nasce spontanea e  si sviluppa nelle siepi, nelle scarpate, negli incolti o nei muri.
Il  frutto non è commestibile.
Dalla pianta spontanea, attraverso innesti, sono state ricavate tutte le specie che oggi coltiviamo.

 

 

Fico selvatico - portamento

Portamento

Albero a foglia caduca che può raggiungere 8 metri, fusto ramificato a breve altezza, chioma ombrosa, ampia e di colore verde scuro.

 

 

Fico s elvatico - corteccia

Corteccia

Liscia, color grigio cenere, lievemente rugosa da adulta e legno tenero.

 

 

Fico selvatico - foglie

 

 

Foglie

Caduche, grandi, 15-25 cm, palmate o intere, di colore vede e lisce nella pagina superiore, e chiare e pubescenti in quella inferiore.

 

 

Fico selvatico - fiori

Fiori

I fiori, monoici,  poco appariscenti, staminei e pistilliferi, sono chiusi in un corpo carnoso chiamato fico. La fioritura è contemporanea alla maturazione del frutto.
Fioritura: giugno-settembre

 

 

Fico selvatico - frutti

 

Fico selvatico - frutti

Frutti

I  frutti, di colore variabile, dal verde al blu nerastro,  hanno la forma di un granolino giallognolo, sono dentro il fico  e chiudono un seme fecondo che germoglia con facilità.
La maturazione del frutto è contemporanea alla fioritura.

© G. P. Madau 2005