HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Aesculus Hippocastanum L. 

Famiglia Ippocastanaceae 

Nome comune

Ippocastano

 

Nome Sardo

Castangia budra (Villacidro), Castamàzzu mannu (Logudoro), Castànza de India (Logudoro), Casthagna d’India (Sassarese), Nòzi bumbica (Sassarese), Nughe bombina (Goceano), Casthagna aresta (loc. div.).

 

Notizie generali

Specie esotica.
Specie originaria della penisola Balcanica, fu introdotto in Italia nel 1557.
In Sardegna è una specie utilizzata prevalentemente per scopi ornamentali nei parchi, giardini e per alberature stradali.

 

 

Ippocastano - portamento

Portamento

Albero caducifoglio maestoso, elegante che può raggiungere i 30-35 metri di altezza, molto ramificato, fusto dritto e robusto, spesso policormico, chioma allungata, ampia, densa e molto ombrosa.

 

 

Ippocastano - corteccia

Corteccia

Colore rosso-bruna o grigio scura, liscia da giovane poi si squama in piccole placche.

 

 

Ippocastano - foglie

Foglie

Caduche, opposte lungamente picciuolate, cuneiformi, digitate; 5-7 foglioline grandi, lunghe 15-20 cm, oblanceolate, margini seghettati  e pubescenti da giovani; di colore verde intenso nella pagina superiore e più chiaro in quella iinferiore.
In autunno assumono una tipica colorazione gialla-rossastra. 

 

 

Ippocastano - fiori

 

Ippocastano - fiori

Fiori

Ermafroditi, riuniti in pannocchie bianche di 25-30 cm, petali con sfumature  rosa alla base,
Fioritura: aprile-maggio

 

 

Ippocastano - frutti

Frutti

Capsule spinose e coriacee (3-5 cm) di colore verde chiaro, ricoperte da molti aculei, contengono dai 1 ai 3 grossi semi di colore marrone brillante e lucido, simili alle castagne

© G. P. Madau 2005