HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Quercus coccifera L. 

Famiglia Fagaceae 

Nome comune

Quercia coccifera, Quercia spinosa

 

Nome Sardo

Arroi (Villacidro – Sard. merid.), Landiri maru (Iglesiente – Campidano), Landini de arròi (Sard. merid.),.

 

Generalità

Specie indigena.
E’ una sclerofilla sempreverde diffusa nelle zone settentrionali dell’Africa, dell’Europa sud-orientale, e sporadicamente presente in Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia e Liguria.
La Quercia coccifera o spinosa, in Sardegna è spontanea nella parte sud-occidentale dell’isola, particolarmente nel Sulcis-Iglelsiente e in alcune zone di Pabillonis.
E’ una specie eliofila, xerofila e rustica, resistente alle alte temperature e alla siccità, predilige terreni poveri, sabbiosi e calcarei.

 

 

Quercia coccifera -portamento

Portamento

Arbusto o cespuglio sempreverde alto 2-4 metri, con numerosi e fitti polloni, chioma di colore verde scuro.

 

 

Quercia coccifera - corteccia

Corteccia

Grigia e liscia da giovane e più scura e screpolata con l’età.

 

 

quercia coccifera -foglie

 

Quercia coccifera - foglie

Foglie

Persistenti, dure, coriacee, alterne, brevemente picciolate,  polimorfe, ovate, ellittiche o lanceolate, lunga 1-3 cm, margine  dentato e molto spinoso. Pagina superiore liscia e lucida, di colore verde scuro; pagina inferiore verde-grigio chiaro.

 

 

Quercia coccifera - fiori

Fiori

Specie monoica (pianta con fiori maschili e femminili). Fiori unisessuali: quelli maschili in amenti penduli, mentre i femminili in spighe erette.
Fioritura: aprile-maggio

 

 

Quercia coccifera - frutti

Frutti

Ghiande ovoidali, a maturazione biennale,  con breve peduncolo, a gruppi di 1-3,  lunghe 1-3 cm; per due terzi  della loro lunghezza, sono avvolte da una cupola spinosa e di colore verde chiaro. Le ghiande sono di colore verde chiaro fino all’estate; in autunno maturano e si colorano di bruno.

© G. P. Madau 2005