HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Lavatera arborea L. 

Famiglia Malvaceae 

Nome comune

Malvone maggiore

 

Nome Sardo

Narbčdda (Villacidro – Sard. merid.), Nerbčdda (Iglesiente – Fluminese), Narba (Sard. Merid.), Narba arburi (Sard. Merid.), Narba ňnia (Sard. centr. e merid. – Logudoro), Narbighedda (Sard. centr.), Narbutza (Sard. sett.), Narvutza (Sard. sett.), Marvoni (Sard. merid.), Marva (Sard. merid.),  Marvitza (Sassarese), Marvuni (Logudoro), Marvoni (loc. div.), Marvůtza (Logudoro), Maivone (Sassarese), Malva-arburi (loc. div.), Malvaburi (lo. div.), Artča (Ogliastra), Marmariscu (loc. div.), Nabrčdda (Sarcidano), Naibůtza (Sassarese), Panie casu (Sard. merid.).

 

Notizie generali

Specie indigena tipica della macchia mediterranea.
E’ un arbusto perenne con fusto legnoso, con rami e foglie tomentose, che si sviluppa nelle radure, negli incolti, nelle siepi e ai bordi delle srade.

 

 

Malvone - portamento

Portamento

Arbusto alto fino a 2 metri.

 

 

Malvone - corteccia

Corteccia

Grigio-chiaro, rugosa con delle striature longitudinali.

 

 

Malvone - foglie

Foglie

Lunghe 8-15 cm, con 5-7 lobi, tomentose, lungo picciolo, 4-8 cm; lamina con margine dentato, di colore verde oliva nella pagina superiore e piů chiaro in quella inferiore.

 

 

Malvone - fiori

 

Malvone - fiori

Fiori

Fiori grandi che assomigliano a quelli dell’ibisco, portati in racemi terminali, di colore rosso-violetto,  con nervature piů scure.
Fioritura: maggio-giugno

 

 

Malvone - frutti

Frutti

Achenio portati in racemi terminali.

© G. P. Madau 2005