HOMEPAGE| La FLORA| Ambiente| Paesi| Villacidrese| Guspinese| oOOo--(-)--oOOo| METEO| Economia| Cultura| Ambiente|

Pittosporum tobira Ait. 

Famiglia Pittosporaceae 

Nome comune

Pitosforo

 

Notizie Generali

Pianta esotica.
Arbusto o alberello sempreverde  originario della Cina e Giappone,  utilizzato in Sardegna per scopi ornamentali, nei parchi, giardini, ville, alberature stradali, siepi  e consolidamento scarpate.
E’ una specie frugale che si adatta a qualsiasi clima, quindi poco esigente nei confronti del terreno, è molto resistente alla siccità e all’inquinamento cittadino, infatti viene diffusamente utilizzata  nei centri urbani nelle aiuole e nelle siepi.
Il Pitosforo sopporta bene anche la salinità, quindi lo troviamo prevalentemente nelle zone costiere, ma anche  in quelle interne e montane.
Si riproduce da seme e  per talea.
La pianta si presta per giardinaggio e per arredo urbano. Quando fiorisce, tra maggio e giugno,  è molto profumata e gradevole. Il profumo assomiglia a quello dell'arancio.

 

Pitosforo - portamento

Portamento

Arbusto o alberello alto fino a 5-8 metri, chioma arrotondata di colore verde vivo, con fusto contorto e ramificato.

 

 

Pitosforo - corteccia

Corteccia

Di color grigio-scuro, rugosa con lenticelle orizzonatali.

 

 

Pitosforo - foglie

Foglie

Semplici, obovato-ottuse, picciolate, lunghe 8-12 cm; lamina coriacea, margine intero, lucide e di colore verde vivo nella pagina superiore; più chiare, opache e ruvide in quella inferiore.

 

 

Pitosforo - fiori

 

 

Pitosforo-fiori

Fiori

Piccoli  portati in ombrelle terminali con 25-40 infiorrescenze; fiori bianchi-crema con cinque petali, lunghi circa 1 cm, molto profumati.
Fioritura: maggio-giugno

 

 

Pitosforo - frutti

 

 

Pitosforo-semi

Frutti

Capsule subglobose delle dimensioni di circa 1 cm,  che aprendosi mostrano dei semi  rossicci ricoperti di una sostanza vischiosa.

© G. P. Madau 2007